Immobili statali per gli atelier di giovani artisti? La notizia sta nel Decreto Valore Cultura: ma oggi vengono fissati i criteri di assegnazione

Immobili statali per gli atelier di giovani artisti? La notizia sta nel Decreto Valore Cultura: ma oggi vengono fissati i criteri di assegnazione

Perché una notizia risalente a 3 mesi fa diventa improvvisamente attualissima, tanto da rimbalzare da un profilo Facebook all’altro – uno dei medium oggi più rapidi e trasparenti – alla velocità della luce? Una risposta convincente non c’è: sono le regole della comunicazione attuale, un messaggio entra in un circuito virale e quindi diventa un “fatto” in quel momento, a prescindere dalla contingenza. Un’altra risposta è più tecnica, specifica dell’oggetto, e la vedremo più avanti.
Di che parliamo? Di alcuni commi del cosiddetto Decreto Valore Cultura, la norma approvata ai primi di ottobre che reca fra l’altro – come recita il dispositivo – “disposizioni per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale, per il rilancio del cinema, delle attività musicali e dello spettacolo dal vivo”. In particolare, oggetto del messaggio circolato in questi giorni è l’estratto di alcuni commi – 1-5, art. 6 – che anche noi di Artribune segnalammo all’indomani dell’approvazione, relativi ad Immobili statali – come caserme inutilizzate – dati in locazione a canone agevolato a cooperative o associazioni di giovani artisti residenti in Italia perché li trasformino in atelier.
“Il canone (150 euro/mese) alimenterà – recita la nota – un fondo da un milione di euro tramite il quale erogare contributi agli artisti per opere di manutenzione straordinaria sui beni affittati”. Qual è dunque l’aggancio tecnico che attualizza la notizia? È che proprio il – 7 gennaio – è stata fatta la comunicazione sui criteri e le consizioni.. ci stiamo imformando!

Informazioni su Progetto Policoro Forlì

Cos’è il Progetto Policoro? È un progetto organico della Chiesa italiana che tenta di dare una risposta concreta al problema della disoccupazione in Italia. Policoro, città in provincia di Matera, è il luogo dove si svolse il primo incontro il 14 dicembre del 1995, subito dopo il 3° Convegno Ecclesiale Nazionale tenuto a Palermo. Si vuole «affrontare il problema della disoccupazione giovanile, attivando iniziative di formazione a una nuova cultura del lavoro, promuovendo e sostenendo l’imprenditorialità giovanile e costruendo rapporti di reciprocità e sostegno tra le Chiese del Nord e quelle del Sud, potendo contare sulla fattiva collaborazione di aggregazioni laicali che si ispirano all’insegnamento sociale della Chiesa.
Immagine | Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...